Da ISO 2788 ai nuovi standard per la costruzione e l'interoperabilità dei vocabolari controllati: un'analisi comparativa


Abstract


L'articolo ha lo scopo di mettere a confronto la norma internazionale ISO 2788:1986 ed i successivi standard BS 8723:2005-2008 e ANSI/NISO Z39.19-2005, focalizzando l'attenzione sugli elementi di novità che i due standard anglosassoni apportano alla tematica dei vocabolari controllati e alla loro interoperabilità. L'elaborazione di BS 8723:2005-2008 e di ANSI/NISO Z39.19-2005 è testimonianza di un costante e rinnovato interesse per l'indicizzazione. I nuovi standard dimostrano come, anche alla luce delle odierne possibilità di ricerca offerte dal web, i vocabolari controllati siano ancora strumenti ottimali, costituendo l'infrastruttura, la base e l'ossatura per regolamentare e formalizzare da un lato l'attività di indicizzazione e dall'altro le ricerche dell'utente.
Le novità più significative dello standard inglese BS e dell'americano ANSI/NISO rispetto all'ISO 2788, riguardano l'ampliamento delle tipologie di vocabolari controllati presi in analisi: oltre ai thesauri, si esaminano le caratteristiche di liste, synonym rings, tassonomie, liste d'autorità, ontologie e schemi di classificazione. Altro elemento di novità è costituito dalla presentazione delle forme di visualizzazione dei dati (il cosiddetto displaying), con particolare attenzione alle trasformazioni apportate dalle tecnologie del web e dell'ipertestualità. Infine, i recenti standard danno risalto particolare alle tematiche dell'interoperabilità semantica e tecnica tra thesauri diversi o tra thesauri e altre tipologie di vocabolari controllati. A tal proposito gli standard inglese e americano presentano modelli e metodi di mappatura di vocabolari controllati al fine di attuare il colloquio tra strumenti differenti. I formati di scambio e i protocolli per l'interoperabilità, costituiscono l'oggetto in analisi nella quinta parte dello standard BS, non a caso argomento in progress discusso in una versione provvisoria tuttora soggetta a sperimentazione, analisi e cambiamento, in attesa di validazione come British Standard.
L'articolo si conclude con una rapida disamina della bozza del nuovo standard ISO 25964, nato dalla proposta avanzata nel 2007 per la revisione, fusione e ampliamento di ISO 2788:1986 e di ISO 5964:1985. Il gruppo di lavoro WG8 (Structured Vocabularies), coordinato da una sottocommissione tecnica l'ISO TC 46/SC9 ha dato vita al progetto ISO NP 25964, decidendo di usare lo standard BS 8723:2005-2008 come base di riferimento per la revisione dei precedenti standard ISO. Nel dicembre del 2008 è stato distribuito alla comunità scientifica il draft della prima parte delle ISO/CD 25964-1.
Il futuro standard dovrà rispondere alle nuove esigenze di interoperabilità e di integrazione tra vocabolari controllati diversi e dovrà suggerire criteri specifici di codifica dei requisiti funzionali dei software per la gestione e la visualizzazione elettronica, delle procedure di mappatura tra thesauri e altri tipi di vocabolari controllati, delle architetture e dei formati per lo scambio di dati.

Full Text

PDF




Creative Commons License
Questa rivista è pubblicata sotto la Licenza Creative Commons “Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate” .