Ancora sul problema della traslitterazione dei caratteri cirillici


Abstract


Nel marzo del 2005 è stata pubblicata la traduzione italiana dell'edizione del febbraio 1995 della Norma ISO 9: Transliteration of Cyrillic characters into Latin characters. Slavic and non-Slavic Languages che propone un sistema per la traslitterazione in caratteri latini della grafia cirillica usata da alcune lingue sia slave sia non slave.
Partendo dall'analisi della norma, se ne evidenziano le differenze con l'edizione del 1968 e con la cosiddetta trascrizione scientifica, avendo come obiettivo quello di verificare in che maniera la traslitterazione delle lingue slave scritte in caratteri cirillici sia stata applicata sia nell'ambito accademico italiano sia in quello bibliotecario.
Per questo si passa in rassegna quanto previsto dalle norme catalografiche italiane a partire dal 1921 fino alle REICAT, suggerendo, onde risolvere le differenze esistenti fra le diverse traslitterazioni storicamente utilizzate nel nostro contesto culturale, un ampio uso dei rinvii laddove vi siano soluzioni differenti per la resa di determinati caratteri al fine di rendere più agevole per gli utenti il recupero dell'informazione.

Full Text

PDF


NBN: http://nbn.depositolegale.it/urn%3Anbn%3Ait%3Aaib-4710




Creative Commons License
Questa rivista è pubblicata sotto la Licenza Creative Commons “Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate” .